ORDINA LA PROPOLI!

La vendita della propoli

Offriamo ai nostri clienti grossisti la propoli grezza polacca di alta qualità nelle quantità di 200-300 Kg. La nostra propoli proviene direttamente da un apicoltore, per cui siamo in grado di valutarla in modo efficace nonché classificarla secondo la sua qualità. Su commissione di acquirenti svolgiamo analisi dettagliate (p.es. del livello di antibiotici).

Il prezzo viene stabilito individualmente per ogni cliente, a seconda delle esigenze riguardo alla merce. Garantiamo una collaborazione sicura e la continuità delle consegne. La nostra ditta è presente sul mercato da molti anni (dal 1996 r.), il che conferma che siamo un partner affidabile. Ciò ribadiscono anche i nostri clienti fissi che da anni, regolarmente, acquistano da noi le quantità dai 2 ai 500 Kg.

VI INVITIAMO ALLA COLLABORAZIONE

Propoli da Prokit

1

Qualità sicura

La propoli rappresenta una risorsa naturale difficilmente reperibile. Ciononostante, facciamo di tutto perché il deficit non influisca sulla qualità della propoli.

2

Appoggio degli scienziati

Collaboriamo con i ricercatori esperti, che analizzano il materiale fornito.

3

Continuità delle consegne

Da Prokit puoi comprare la propoli durante l’anno intero! Lascia a noi che la risorsa non manchi mai!

LE PROPRIETÀ DELLA PROPOLI

Una risorsa preziosa

Come nasce la propoli?

La propoli è una miscela organica resinosa, che le api raccolgono dalle gemme e dalla corteccia delle piante. La resina viene raccolta con le mandibole e mischiata con la cera prodotta dalle api. Durante il processo suddetto gli enzimi digestivi idrolizzano una parte di sostanze organiche, cosicché si creano i cosiddetti flavonoidi. Le api accumulano negli alveari la miscela elaborata per turare le fessure e per la protezione da altri insetti e microorganismi, garantendo all’ape regina uno spazio asettico per la deposizione delle uova e per la mummificazione degli organismi da lei uccisi.

La composizione e le proprietà

Le proprietà della propoli sono legate alla sua composizione chimica. Sono stati identificati più di 300 composti chimici che si possono trovare nella risorsa, non tutti, però, vi sono sempre presenti. La composizione cambia a seconda di provenienza, stagione, clima ed ecologia di una regione nonché dipende dal genoma della madre. La maggioranza di campioni della propoli grezza risulta nondimeno molto simile quanto ai composti chimici principali. La composizione approssimata è dunque la seguente:

  • ca. 50% di resine (acidi fenolici e flavonoidi; ossia la frazione polifenolica),
  • ca. 30% di cera,
  • ca. 20% di altri ingredienti, soprattutto oli eterici, pollini e altri composti.

L’utilizzo

Oggi la propoli costituisce uno dei più importanti prodotti naturali presenti nella farmacologia, grazie alle seguenti proprietà:

  • antisettiche,
  • antimicotiche,
  • antibatteriche,
  • antivirali,
  • antiprotozoiche,
  • antiossidanti,
  • antinfiammatorie,
  • immunomodulanti
  • antitumorali.

Si può utilizzare la propoli nella forma grezza, mettendola sulla parte del corpo che va curata (p.es. sulle ustioni) oppure come pomata per ferite, ulcere, acne, herpes semplice o genitale (Banskota et al. 2001; Castaldo i Capasso 2002).

La propoli viene usata in primo luogo, tuttavia, per la produzione degli estratti alcolici (etanolici o glicolici), venduti in seguito come elisir a 7 gradi (assunti contro infezioni di alte vie respiratorie, raffreddori e contagi simili all’influenza). La propoli si trova anche, in quanto additivo, nel mangime per gli uccelli (il pollame e le pigioni) oppure nei prodotti per la protezione di legno (utilizzo tecnico). Alcuni apicoltori comprano la risorsa per applicarla alle loro api (se si tratta di specie che non producono molta propoli).